Home page

 
  Time in Jazz 2016  
  Time in Jazz 2015  
  Time in Jazz 2014  
  Time in Jazz 2013  
  Time in Jazz 2012  
  Time in Jazz 2011  
  Time in Jazz 2010  
  Time in Jazz 2009  
  Time in Jazz 2008  
  Time in Jazz 2007  
  Time in Jazz 2006  
 
1. Il calendario
2. Il programma
3. Paolo Fresu: Cookin' jazz
4. Biglietti e abbonamenti
5. Gli sponsor
6. Soggiornare a Berchidda
7. Tabloid
 
  Time in Jazz 2005  
  Time in Jazz 2004  
  Time in Jazz 2003  
  Time in Jazz 2002  
  Time in Jazz 2001  
  Time in Jazz 2000  
  Time in Jazz 1999  
  Time in Jazz 1998  
  Time in Jazz 1997  
  Time in Jazz 1996  
  Time in Jazz 1995  
  Time in Jazz 1994  
  Time in Jazz 1993  
  Time in Jazz 1992  
  Time in Jazz 1991  
  Time in Jazz 1990  
  Time in Jazz 1989  
  Time in Jazz 1988  
 
 
 
 
   
15-08-2006, 4. Carla Bley, Steve Swallow & Andy Sheppard Trio: "Songs with legs"  
Reduce dall’esibizione della sera precedente con l’Orchestra Jazz della Sardegna, Carla Bley tiene ancora banco il pomeriggio di ferragosto (ore 18), nella chiesa di San Michele (nella campagna di Berchidda), ma in una versione piů intimista, stavolta: quella del trio con il bassista Steve Swallow e il sassofonista britannico Andy Sheppard.
Songs With Legs, il concerto in programma, nel 1994 č stato un tour di grande successo, registrato poi in un album pubblicato l’anno dopo. Sei brani che, come in gergo suggerisce il titolo stesso, di strada ne hanno fatta, da allora: cinque composizioni di Carla Bley e un classico di Thelonious Monk, Misterioso. Un lungo viaggio spazio-temporale, ma anche evolutivo lungo il percorso artistico della musicista californiana: brani eseguiti per la prima volta negli anni Settanta e Ottanta con orchestra, ma in questo album-concerto riproposti in trio. Songs With Legs continua, da allora, a celebrare un’amicizia pluriennale tra musicisti della levatura di Steve Swallow, da sempre interprete della musica di Carla Bley (con il trio di Jimmy Giuffre e poi con il quartetto di Gary Burton negli anni Sessanta, prima di unirsi alla Bley Band nel 1978), e Andy Sheppard, considerato dalla critica il miglior sassofonista della sua generazione.
Pianista, compositrice e arrangiatrice, all’anagrafe Carla Borg (Bley č il nome del primo marito, il pianista Paul Bley) frequenta il mondo jazzistico di New York dalla fine degli anni Cinquanta. Il fascino esercitato dalle sue composizioni su autori quali George Russell, Jimmy Giuffre, Paul Bley, Gary Peacock č immediato. Sostenitrice del jazz d'avanguardia negli anni Sessanta, fonda con il trombettista Michael Mantler la Jazz Composers Orchestra Association, autentico laboratorio di musicisti d’avanguardia, da cui nascono importanti suite per solista e orchestra. Oltre alla composizione di un’opera jazz-rock tra le piů significative degli anni Settanta, Escalator Over The Hill (firmata insieme al poeta Paul Haines), Carla Bley scrive arrangiamenti per la Liberation Music Orchestra di Charlie Haden. Ben presto fonda la sua etichetta discografica Watt che documenterŕ tutte le sue incisioni. Dagli anni Ottanta, la sua big-band continua ad ospitare solisti di primo piano.