Home page

 
  Time in Jazz 2016  
  Time in Jazz 2015  
  Time in Jazz 2014  
  Time in Jazz 2013  
  Time in Jazz 2012  
  Time in Jazz 2011  
  Time in Jazz 2010  
  Time in Jazz 2009  
  Time in Jazz 2008  
  Time in Jazz 2007  
  Time in Jazz 2006  
 
1. Il calendario
2. Il programma
3. Paolo Fresu: Cookin' jazz
4. Biglietti e abbonamenti
5. Gli sponsor
6. Soggiornare a Berchidda
7. Tabloid
 
  Time in Jazz 2005  
  Time in Jazz 2004  
  Time in Jazz 2003  
  Time in Jazz 2002  
  Time in Jazz 2001  
  Time in Jazz 2000  
  Time in Jazz 1999  
  Time in Jazz 1998  
  Time in Jazz 1997  
  Time in Jazz 1996  
  Time in Jazz 1995  
  Time in Jazz 1994  
  Time in Jazz 1993  
  Time in Jazz 1992  
  Time in Jazz 1991  
  Time in Jazz 1990  
  Time in Jazz 1989  
  Time in Jazz 1988  
 
 
 
 
   
13-08-2006, 4. Stefano Bollani Quintetto: "Concerto per Quintetto e Catering"  
Protagonista assoluto del jazz italiano degli ultimi anni, Stefano Bollani torna a Berchidda dopo sei anni alla testa del suo quintetto, che conta giovani talenti come Mirko Guerrini ai sassofoni e flauti, Nico Gori ai clarinetti e sassofoni, e Cristiano Calcagnile alla batteria, oltre al più maturo Ares Tavolazzi (qui al posto del “titolare” Ferruccio Spinetti). Per Cook'in Jazz, il gruppo va in scena con un Concerto per Quintetto e Catering, uno degli appuntamenti più attesi di questa edizione, che chiuderà la giornata del 13 agosto in Piazza del Popolo. Una musica frizzante, quella di Bollani e soci, confezionata ad hoc per valorizzare l'energia e l'eclettismo dei componenti del gruppo, tutti con esperienze assai diverse nei propri curriculum, dal pop d'autore alla sperimentazione, dalla musica classica all'hard bop. Il doppio Cd I Visionari, uscito quest’anno per l’etichetta francese Label Bleu, fotografa l'intesa raggiunta da questa formazione: l’album, ricco di sorprese, contiene anche un omaggio alla Sardegna, in pieno “stile Bollani”, con una canzone in sardo maccheronico, che cita Paolo Fresu e la più famosa marca isolana di liquore al mirto come simboli della Sardegna, e che viene “benedetta” da un assolo dello stesso trombettista di Berchidda, presente come ospite. Un divertente fuori programma che potrebbe ripetersi sul palco di Piazza del Popolo.
Musicista a 360°, Stefano Bollani ha al suo attivo più di settanta incisioni discografiche e concerti in tutti i più importanti festival del mondo, da Umbria Jazz a Montréal, da Saalfelden al North Sea. Fra gli artisti con cui ha collaborato, troviamo grandi del jazz (su tutti Enrico Rava, con cui suona stabilmente da sei anni, ma anche Richard Galliano, Gato Barbieri, Phil Woods, Lee Konitz, Pat Metheny, Han Bennink, Paolo Fresu, Miroslav Vitous…), esponenti della sperimentazione elettroacustica (Hector Zazou, Elliot Sharp, Zeena Parkins), cantanti pop/rock e cantautori (Gian Maria Testa, Elio e le storie tese, Gino Paoli, Irene Grandi, Cristina Donà...), oltre a numerosi spettacoli teatrali e apparizioni televisive.
Mirko Guerrini ha affiancato ad una intensa attività in gruppi jazz (con Stefano Battaglia, Dave Liebman…) l’interesse per la musica sinfonica (Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino) e del pop d’autore (Ivano Fossati, Giorgio Gaber). Ha all'attivo due dischi a proprio nome, uno per l' etichetta Modern Times (Tornando a casa) e uno per la Philology (Mirko e i diavoli del ritmo).
Vincitore del premio Massimo Urbani nel 2000 come miglior talento emergente, Nico Gori ha appena realizzato il suo esordio da leader in un disco di prossima uscita. Anche lui ha lavorato in ambito pop (Dirotta su Cuba, Anna Oxa, Fabio Concato).
Cristiano Calcagnile ha militato in ensemble di musica contemporanea (Milan Percussion ensemble diretto da David Searcy) o in compagnia di musicisti vicini al mondo del jazz come Ernst Reijseger, Tristan Honsinger, Cristina Zavalloni, Paul McCandless, Steve Piccolo, Misha Mengelberg. In ambito pop/rock collabora stabilmente con Eugenio Finardi e Cristina Donà. Di recente uscita il primo disco a proprio nome (Chant).
Ares Tavolazzi ha fatto parte negli anni ’70 dei mitici Area per dedicarsi poi più stabilmente al jazz negli anni Ottanta, intraprendendo una serie di collaborazioni di grande prestigio sulla scena nazionale e internazionale. Dagli anni Novanta collabora coi migliori jazzisti italiani (Enrico Rava, Stefano Bollani, Franco D’Andrea, Danilo Rea, Roberto Gatto, Enrico Pieranunzi, solo per citarne alcuni). Il contrabbassista è presente quest’anno a Berchidda anche in un anomalo concerto con altri tre contrabbassisti (Paolino Dalla Porta, Salvatore Maltana e Furio Di Castri), il 12 alle 11 a San Michele. Anche Bollani è impegnato in altre due occasioni a Cook’in Jazz: il 13 alle 11, a Monti, nella Chiesa di San Paolo l’Eremita (in duo con l'altro pianista Antonello Salis), e il giorno successivo a Oschiri, nella Chiesa di Nostra Signora Di Castro, alle 18, in piano solo.