Home page

 
  PAV > Progetto Arti Visive  
  PAV 2016  
  PAV 2015  
  PAV 2014  
  PAV 2013  
  PAV 2012  
  PAV 2011  
  PAV 2009  
 
24 Hours Lecture & Writing
aqua
Arte tra le note
Babelfish-We prefer diving
Broadcasting water
Fuori di palco
Il mare profuma le strade dell'isola
Io non respingo
Lavori in corso
Oltre il Blu
THE MIDDLE SEA
the sense of water
 
  PAV 2008  
  PAV 2007  
  PAV 2006  
  PAV 2005  
  PAV 2004  
  PAV 2003  
  PAV 2002  
  PAV 2001  
  PAV 2000  
  PAV 1999  
  PAV 1998  
  PAV 1997  
  Semida  
  Altri progetti  
 
 
 
 
   
Il mare profuma le strade dell'isola  

 

Il mare profuma le strade dell’isola

il MAN a Time in Jazz
a cura di Cristiana Collu in collaborazione con il FRAC CORSE



Leonardo Boscani, Anne Deleporte, Pierluigi Dessì



Leonardo Boscani, No t(h)anks, agenzia clandestina VUVULA, 2007

“NO T(H)ANKS” è un'azione concreta progettata da Leonardo Boscani, organizzata per l'agenzia Vu Vula, il 9 settembre 2007, sulla spiaggia della Pelosa. E' un'azione di protesta contro un progetto di convenzione tra la multinazionale Endesa con base nelle vicinanze della spiaggia (e il parco naturale dell'isola dell'Asinara) e una compagnia belga, che prevede, al largo della zona protetta, il passaggio da 50 a 60 petroliere per anno (contro le 6 attuali). Leonardo Boscani, subito informato di questo progetto, ha mobilitato un'armata di volontari per realizzare NO T(H)ANKS: 30 organizzatori e più di mille partecipanti si sono ritrovati, il 9 settembre 2007, alle 9 del mattino sulla spiaggia. 650 di loro hanno formato nell'acqua una catena umana che, vista da un aereo, disegnava i contorni di una petroliera barrata da una croce. L'immagine è comparsa in prima pagina nel giornale "La Nuova Sardegna".
L'azione ha provocato un forte dibattito attorno alla questione e la compagnia belga è stata costretta ad abbandonare il suo progetto.

Anne Deleporte, “De la mere à la lune”, 2008

Il video di Anne Deleporte si intitola  “De la mere à la lune” del 2008, dove le navi che collegano la Sardegna e la Corsica, Santa Teresa e Bonifacio, tracciano una scia che è contemplata dall'alto del ponte dai passeggeri per i quali questo breve viaggio di un'ora è un momento ricreativo. Esso contiene l'eccitazione della partenza e il piacere del ritorno, senza intervalli di noia o incertezza. E' per questo che molti restano all'esterno, scrutando il mare e le coste delle isole. Anne Deleporte ha catturato l'impercettibile: l'ombra dei viaggiatori sullo schermo instabile della schiuma sfumato dalla velocità.
La scelta dell'immagine circolare trascina lo sguardo e trasforma il percorso lineare in rotazione infinita. E' un mondo rapido in cui i colori e i contrasti evocano le immagini che l'occhio crea nel fissare la luna, ma loro si sottraggono appena identificate. 
 

Pierluigi Dessì, Un giorno al mare, 2008

"Un giorno al mare" oppure "una giornata al mare" è il titolo del lavoro di Pierluigi Dessì, una serie di foto scattate nel 2008, dove il mare perde volutamente la sua trasparenza, il suo essere cristallino. Non è il mare delle vacanze in Sardegna, è piuttosto una superficie flessuosa, a volte gommosa. Sembra voler diventare terra. Il mare non più elemento di distanza ma piuttosto, al contrario, superficie da percorrere per oltrepassare il confine ed arrivare in “altri” luoghi.